Ultima modifica: 13 novembre 2018

Taddeo legge per il Libriamoci 2018

 

Taddeo legge per il Libriamoci 2018

Grande successo per il Libriamoci 2018, progetto di lettura (22 al 27 ottobre 2018), promosso dal Centro per il libro e la lettura(CEPELL), dal Ministero dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo (MIBACT) e dalla Direzione generale per lo studente (MIUR).

Auditorium gremito di alunni, in occasione della manifestazione conclusiva del Libriamoci 2018, giornate di lettura ad alta voce, che, anche quest’anno, ha visto partecipare l’I.S.I.S.S. ”Taddeo da Sessa”, con il progetto registrato dalla prof.ssa Enrichetta De Sanctis, sulla piattaforma : www.libriamociascuola.it

Lunedì 29 ottobre, le classi:

1°-4° -5° B INF, 4°-5° AFM, 3°- 4°A TUR e 3 ASU, si sono riunite presso l’Auditorium del “Taddeo da Sessa,”con i loro docenti, per prendere parte alla maratona, conclusiva, di lettura ad alta voce, del “Libriamoci a scuola” 2018.

Forti le emozioni provate dai discenti, che, vincendo l’emozione di leggere in pubblico, si sono alternati nella lettura dei diversi brani su IPad Pro, relativi ad ogni filone tematico, come da progetto presentato in powerpoint, coordinato e curato dalla prof. ssa Enrichetta De Sanctis.

Tre i filoni tematici proposti dal MIUR quest’anno, per ognuno dei quali, la referente ha scelto, dalla biblioteca digitale del MIUR, alcuni i testi indicati a seguire integrandoli con altri a scelta della docente:

1° Lettura come libertà “Una ragazza senza ricordi” F.Hardinge “In attesa di un sole,L’amore immaginato di Emily Dickinson”B.Bonfiglioli “Ora dimmi di te” A.Camilleri

Giuro che non avrò più fame” A.Cazzullo

“Cartoline dalla terra di nessuno”A. Chambers . Libertà come allenamento di buona cittadinanza:lotta contro le ingiustizie “Fratelli nella notte” Cristiano Cavina.

2018 Anno Europeo del Patrimonio culturale”Il nostro patrimonio:dove il passato incontra il futuro” “Come in un romanzo” D. Pennac “La vera storia di Capitan Uncino” P.D.Baccalario 200 anni”Buon compleanno FRANKENSTEIN! “Frankenstein Prometeo moderno”, Mary Shelley, Lettera I-II-III 70esimo della Costituzione italiana “La Costituzione spiegata a mia figlia” Giangiulio Ambrosini,“Lo Stato siamo noi” Piero Calamandrei. “#LettoriStregati” questo il titolo del progetto di lettura e, “La Buona Mephite”, (divinità dei Sanniti) li ha Stregati davvero! Gli ospiti dʼeccezione sono stati davvero strepitosi. Il libro, presentato in anteprima per lʼoccasione, ha visto la partecipazione di più autori, nei diversi ruoli. Dallʼapprezzatissimo Scrittore e Critico dʼarte Ermanno Di Sandro, agli artisti: Norma Bini, che ha dipinto in maniera sublime la Mefite, con recensione minuziosa e particolareggiata del Critico Ermanno Di Sandro; allʼartista Raffaele Bertolini, nelle vesti dellʼOsco Itinerante, che, grazie al suo lavoro artigianale certosino, ha ridato vita a dei preziosi legni provenienti dalla valle d’Ansanto o da case terremotate dell’Irpinia,che sarebbero andati distrutti, intagliandoli e scolpendoli, in modo da creare delle vere opere d’arte raffrontabili a quelle degli artisti delle Avanguardie, sottolineando, inoltre, la necessità di avere il giusto rispetto per il nostro ambiente, che rispecchia la nostra sensibilità; per concludere con lʼeditore e fotografo dʼarte Benito Vertullo, straordinario nelle riprese. Forte entusiasmo in tutti gli allievi e viva partecipazione, come si può notare dalle foto allegate. Gli alunni si sono sfidati a suon di brani come da percorso”programmato e proiettato in powerpoint dalla docente referente. Il testo musicale : “Le storie che non conosci”, di Bersani e Pacifico scritto in collaborazione con F. Guccini (colonna sonora di #ioleggoperchè, il progetto nazionale di promozione del libro e della lettura) ha dato il via alla maratona di letture. Non sono mancati anche momenti musicali:

come il video sul 150 esimo anniversario della morte di Rossini, di cui gli alunni hanno potuto apprezzare il famoso“Barbiere di Siviglia”, inserito nel temi del patrimonio culturale europeo. Molto successo hanno riscosso, tra gli altri, i testi :“ Una ragazza senza ricordi” di F. Hardinge, scelto da molte alunne;“In attesa di un sole”, B. Bonfiglioli;“Ora dimmi di te “di A.Camilleri, splendida lettera del grandioso Andrea Camilleri, che ci svela le emozioni del nonno scrittore nell’omaggiare la nipote (di appena quattro anni) di un dono, dal valore incommensurabile, un libro che le consentirà di dialogare con il nonno (ora novantaduenne), appena sarà in grado di appezzarne la lettura….”Cosa rimarrà di noi nella memoria di chi ci ha voluto bene?” Frankenstein il Prometeo moderno, di Mary Shelley, ha affascinato tutti gli alunni ed è stato confrontato alla rappresentazione cinematografica del 2014 ,”I Frankenstein”. “Giuro che non avró più fame”, di A.Cazzullo (lo scrittore tra gli altri, di“Metti via quel cellulare”), la frase che, Rossella O’Hara, pronuncia in”Via col Vento”, il primo film che le nostre nonne e le nostre madri andarono a vedere dopo la guerra, racconta l’anno chiave della Ricostruzione, il 1948: ”Avevamo 16 milioni di mine inesplose nei campi, oggi in tasca abbiamo 65 milioni di telefonini eppure eravamo più felici di adesso.”Questo libro ha portato gli alunni alla riflessione sullʼimportanza da dare ai rapporti umani, alle passioni, alla felicità, in ogni sua forma, da condividere con gli altri, a dispetto dellʼ eccessivo uso del cellulare, che mette in crisi i rapporti umani, privandoli del sentimento e facendo crescere una generazione di automi senza più voglia di sognare. La prof. ssa Enrichetta De Sanctis ha guidato e coordinato gli alunni nelle letture, partendo dal video lancio del Libriamoci 2018, presentato dal Salone di Torino e continuando con il testo “Il lettore infinito” di A Chambers, consigliato ai docenti, dal Miur, nel quale, il narratore ed esperto di educazione alla lettura, ci accompagna attraverso il processo infinito di educazione dei giovani lettori, con la convinzione che, solo se potrà contare sullʼaiuto di adulti consapevoli, Docenti, Bibliotecari, Genitori, capaci di guidarlo in questa esplorazione,il discente imparerà ad amare la lettura e diventerà un lettore appassionato e competente. Ricordando la sua esperienza di alunno al ginnasio, lo scrittore, menziona il suo docente, Jim Osborn: “Non mi insegnava quello che già conoscevo, mi aiutava a scegliere cosa leggere, a comprendere ció che leggevo e mi riveló perché leggeva, cosa e come lo leggeva, da lui imparó a leggere appassionatamente”.Che dire! Davvero gli alunni si sono rivelati lettori appassionati e veri protagonisti in una giornata scolastica da ricordare. Un pubblico ringraziamento al Dirigente Scolastico, Prof. Maurizio Calenzo, che ha creduto fortemente in questo progetto, agli autori intervenuti, sfidando anche lʼallerta meteo, a tutti i docenti che hanno vigilato, contribuendo alla buona riuscita dellʼevento ed ai tecnici delle diverse sezioni, che hanno supportato, con serio impegno e dedizione, lʼintera manifestazione.

 

F.to Prof.ssa Enrichetta De Sanctis

Link vai su